SIRSI
Ti trovi in: Home Page > Glossario'





Lettera A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z


Argomenti Glossario


S.I.A.
Studio di Impatto Ambientale.

Saracinesca
struttura mobile per intercettare o regolare una corrente liquida.

Satellite geostazionario
satellite orbitante, detto anche geosincrono, al di sopra dell’equatore ad un’altezza di circa 36.000 km, il cui periodo di rivoluzione intorno alla Terra coincide con il tempo di rotazione terrestre. Per questo il satellite vede continuamente la stessa porzione di Terra (come ad esempio il METEOSAT).

Scala
in una carta geografica indica quante volte una porzione della superficie terrestre è stata ridotta per poter essere rappresentata su un foglio di carta ed è espressa, in genere, come il rapporto tra una distanza sulla carta e la corrispondente distanza sul terreno. Il rapporto di scala utilizzato per una carta geografica determina il contenuto di informazioni e la dimensione dell’area che può ragionevolmente essere rappresentata. Si definiscono carte a grande scala (1:500, 1:1000, 1:2000), a media scala (1:5000, 1 :10000) e a piccola scala (da 1:25000 in poi).

Scala nominale
parametro che definisce la scala di riferimento di una cartografia numerica in funzione della corrispondente scala di una cartografia tradizionale realizzata seguendo gli stessi requisiti di precisione metrica.

Scanner
dispositivo hardware per l’acquisizione automatica in formato digitale di elementi grafici (carte, foto, immagini, ecc.). Le informazioni grafiche vengono memorizzate in formato raster, ma è possibile, tramite appositi strumenti software, convertirle in formato vettoriale (vettorializzazione).

Scarpata
pendio che scende dal piano di campagna o dalla golena verso il fondo alveo o dal ciglio arginale verso la quota di campagna.

SDI (Spatial Data Infrastructure)
piattaforma comune per la ricerca, la pubblicazione e la fruizione di dati geografici. E’ costituita, oltre che da un’infrastruttura tecnologica (portale e software per la ricerca), da un insieme di standard che gli editori di dati debbono rispettare e da una struttura di accordi tra l’organizzaizone che la gestisce (generalmente un ente statale) e i vari editori, sia pubblici che privati.

Secondario a massa adesa
il trattamento biologico mediante microrganismi mantenuti a contatto di un supporto fino ad elevata superficie specifica, attraverso il quale viene fatto passare il liquido da trattare.

Secondario a massa sospesa
il trattamento biologico mediante microrganismi mantenuti in fase dispersa nel liquido con idonei dispostivi di mescolamento del fango attivo.

Sedimentazione primaria
il trattamento meccanico-fiisico del liquame, per l`eliminazione di tutto o di parte del contenuto di solidi sospesi.

Segmentazione dinamica
estensione del modello dati di un GIS che consente di sovrapporre alla struttura topologica fisica una nuova topologia, definita in maniera logica, senza la necessità di modificare i dati presenti nel data base. Ad esempio, i dati relativi ad un reticolo stradale, quali lo stato della pavimentazione, la frequenza degli incidenti, i limiti di velocità possono essere tutti associati ai singoli tratti (route) del medesimo grafo che rappresenta la rete stradale.

Sensore
rilevatore impiegato nel telerilevamento che converte la radiazione elettromagnetica in segnali elettrici interpretabili. I sensori attivi misurano l’energia riflessa dagli oggetti, ma emessa da un dispositivo a bordo. I sensori radar attivi, in particolare, possono funzionare anche in presenza di perturbazioni meteorologiche, come ad esempio il SAR (Syntetic Aperture Radar) sul satellite ERS-1. I sensori passivi misurano l’energia emessa dal sole e riflessa dalla terra o l’energia termica emessa spontaneamente dagli oggetti, come ad esempio il TM (Thematic Mapper) e il MSS (Multi Spectral Scanning) sul satellite LANDSAT 5.

Server
computer che fornisce servizi ad un client e, più spesso, gestisce una risorsa condivisa da più Client, come la base dati.

SFOP (Strumento Finanziario di Orientamento per la Pesca)
è lo strumento che finanzia misure di accompagnamento della politica comune della pesca. Le azioni strutturali intraprese – nei settori della pesca, dell’acquacoltura e della trasformazione e commercializzazione dei relativi prodotti – hanno la finalità di contribuire al conseguimento di un equilibrio duraturo tra le risorse e il loro sfruttamento, migliorare la valorizzazione dei prodotti della pesca e contribuire al rilancio delle zone dipendenti da questa attività.

Shapefile
formato dei dati geografici di proprietà della ESRI Inc. Questo formato è divenuto uno standard adottato per lo scambio dei dati geografici non topologici da molti altri produttori in virtù della sua semplicità e della pubblicazione della sua struttura (vedi http://www.esri.com/library/whitepapers/pdfs/shapefile.pdf).

Si.Ba.Po (Sistema Informativo del Bacino del Po)
codice identificativo creato per i corsi d’acqua che permette di assegnare un codice con un significato idrografico a ogni asta fluviale, permettendo l’individuazione dei bacini e sotto-bacini cui detta asta appartiene conoscendone solo il codice e senza eseguire analisi di connessione.

Simboli
primitive grafiche utilizzate per rappresentare su supporto cartaceo o video i fenomeni che avvengono sul territorio. Possono essere retini per campire un’area, lineari (continua, a tratteggio, tratto-punto, ecc.) per tracciare elementi lineari o puntuali (croce, stella, triangolo, ecc.) per indicare una specifica localizzazione.

Simple Features (CORBA, SQL, COM)
standard dell’Open GIS Consortium che specifica i meccanismi per gestire e memorizzare oggetti geografici in diversi ambienti (DBMS relazionali, componenti software CORBA e COM).

Sistema di coordinate
vedi sistema di riferimento.

Sistema di proiezione
consente di rappresentare la superficie quasi sferica della Terra su un piano, mantenendo alcune conformità (isogonia, equivalenza, equidistanza, ecc.), Le più conosciute sono la Geografica, l’Utm, la Gauss-Boaga, la Lambert, altre sono la Conica, la Polare, la Stereografica, la Cilindrica e la Planare, anche variamente combinate.

Sistema di riferimento
è proprio di ogni proiezione e da esso si parte per calcolare le distanze. Ad esempio la proiezione geografica ha come riferimenti l’incrocio tra il meridiano di Greenwich e l’Equatore, l’Utm prevede spicchi predeterminati di sei gradi detti fusi a loro volta divisi in zone (l’Italia è a cavallo dei fusi 32, 33 e 34), la Gauss-Boaga, tutta italiana, parte da Monte Mario (Roma) e utilizza coordinate chilometriche, misurate convenzionalmente partendo da 1500 a sinistra e da 2520 a destra del meridiano di riferimento.

Sistema informatico
insieme di apparecchiature hardware e software che caratterizzano un sistema informativo.

Sistema informativo
insieme di apparecchiature, procedure e persone che hanno il compito di raccogliere, organizzare, selezionare, archiviare e comunicare i dati riguardanti l’attività di un’organizzazione. Ha l’obiettivo di mettere a disposizione dei responsabili delle decisioni operative tutte le informazioni necessarie ad effettuare scelte ottimali.

Sistemi attivi di difesa delle acque
hanno lo scopo di attuare un complesso di interventi atti a limitare la formazione di portate eccedenti l’officiosità degli alvei e a ridurre i livelli idrometrici raggiungibili dall’acqua. Essi sono necessari per integrare i sistemi di difesa passiva e sono costituiti da bacini di laminazione in linea, come gli invasi nei tratti di monte e le traverse di bacinizzazione nei tratti di pianura, e casse di espansione laterali, le rettifiche, i diversivi e gli scolmatori, le reti idrauliche, come i canali di bonifica e le fognature, gli impianti di sollevamento e gli altri manufatti idraulici.

Sistemi passivi di difesa delle acque
hanno lo scopo di opporre alle acque delle opere atte a contenere i livelli idrometrici. Essi sono costituiti dalle arginature e dalle opere di ritenuta in situazioni localizzate, quali repellenti in alveo, muri di sovralzo, etc.

SIT (Sistema Informativo Territoriale)
acronimo italiano corrispondente all’anglosassone GIS.

SLD (Styled Layer Descriptor)
sintassi di descrizione della simbologia utilizzata per la vestizione di elementi geografici. L’SLD è espresso come una sintassi XML.

SOAP (Simple Object Access Protocol)
protocollo che permette di eseguire un web-service passandogli dei parametri e di riceverne in risposta i dati elaborati.

Solfati (significato sanitario)
In genere la presenza di solfati nelle acque di falda e` dovuta alla composizione geologica del terreno che esse attraversano. La loro presenza in concentrazioni superiori i 250 mgl/l rende l`acqua `amara` e pare possa provocare, ad ingestione prolungata, irritazioni gastrointestinali; dal punto di vista tecnico essi possono intaccare il cemento.

Solventi clorurali (significato sanitario)
tutte queste molecole sono costituite da atomi di carbonio e cloro, in rapporti diversi, e sono caratterizzate da un elevato potere solvente per i grassi, caratteristica che ne ha determinato l`ampio utilizzo nell`industria della detergenza (`lavaggio a secco`) e nel settore meccanico ed elettrico. Gli effetti acuti e cronici dei solventi clorurati nel loro insieme sono simili e comprendono danni al fegato, reni e sistema nervoso centrale; ci sono inoltre evidenze che alcuni di essi possono avere effetti cancerogeni per esposizioni a concentrazioni superiori al limite protratte per tutta la vita.
Dibromo-monoclorometano e bromoformio sono due sottoprodotti della disinfezione con ipoclorito di sodio che possono provocare danni a fegato, reni e sistema nervoso centrale; secondo l`EPA (agenzia per l`ambiente degli USA) possono essere cancerogeni; di diversa opinione lo IARC europeo che afferma non esservi elementi che comprovino questo effetto.

SPOT (Système Probatoire d’Observation de la Terre)
famiglia di satelliti multispettrali per il remote sensing con sistema di puntamento mobile. La definizione a terra è di 20 metri per il multispettrale e di 10 metri per il pancromatico. Il primo lancio di questo sistema francese risale al 1986.

SQL (Structured Query Language)
linguaggio strutturato per la consultazione e la selezione delle informazioni contenute in un data base relazionale.

STM (Struttura Tecnica di Missione)
è una struttura del Ministero dedicata agli interventi inseriti nella Legge Obiettivo. Essa è composta da dirigenti delle pubbliche amministrazioni, da tecnici individuati da Regioni o province autonome territorialmente coinvolte, sulla base di specifici incarichi professionali o rapporti di collaborazione coordinata e continuativa, da progettisti ed esperti nella gestione di lavori pubblici e privati e di procedure amministrative.

Strato geografico
insieme degli elementi omogenei che compongono una mappa, come per esempio strade, corsi d’acqua, foreste, ecc.

Strato informativo (o layer)
è l’unità base della gestione dei dati e definisce attributi posizionali e tematici per gli elementi di mappa di una data area.

Lettera A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z